PORTFOLIO

 

Nel corso degli anni l’Associazione ha contribuito in diverse forme a una serie di videogiochi ambientati in Italia o legati alla cultura italiana. Segue l’elenco dei principali progetti a cui IVIPRO ha preso parte, con una breve descrizione del titolo e delle attività di supporto svolte.

Mi Rasna – Io sono Etrusco (2018)

Videogioco di Entertainment Game Apps, che consente a chi gioca di amministrare una tra le dodici Città-Stato etrusche realmente esistite. Il giocatore impersona il lucumone, magistrato locale: controllerà tutti gli aspetti del territorio (agricoltura, allevamento, costruzioni, artigianato, ecc.) secondo i dettami del genere strategico/gestionale e seguendo le consolidate meccaniche del recupero risorse e della costruzione degli edifici. Lo scopo di Mi Rasna è rendere possibile il benessere dei compatrioti etruschi delle altre undici città, tessendo scambi e relazioni commerciali.

Che cosa abbiamo fatto: supporto comunicazione.
 

 

***

WunderBO (2019)

Titolo che mira a valorizzare il patrimonio culturale della città di Bologna. Sviluppato da Melazeta, azienda vincitrice di Playable Bologna (bando cofinanziato dal Comune di Bologna e dal Progetto ROCK), WunderBO è un’avventura hidden object basata su puzzle ed enigmi che invita a conoscere ed esplorare il patrimonio cittadino a partire dalle collezioni conservate al Museo Civico Medievale e al Museo di Palazzo Poggi.

Che cosa abbiamo fatto: supporto al Comune di Bologna nella creazione del bando; commissione valutatrice; accompagnamento durante le fasi di sviluppo.
 

 

***

The Umbrian Chronicles (2020)

Videogioco realizzato da Entertainment Game Apps nell’ambito del progetto ‘Connessioni museali: tra valli e monti, borghi e città’, promosso dai Comuni di Spoleto, Sant’Anatolia di Narco, Cerreto di Spoleto, Vallo di Nera, Monteleone di Spoleto e finanziato dalla Regione Umbria. Obiettivo dell’iniziativa quello di rilanciare il patrimonio culturale di Spoleto e della Valnerina. Lungo l’avventura, la protagonista di The Umbrian Chronicles si trova a esplorare numerosi musei situati nei comuni partner del progetto.

Che cosa abbiamo fatto: sopralluoghi; ricerca narrativa; suggerimenti di design.
 

 

***

The Hand of Glory (2020)

The Hand of Glory è un’avventura grafica a sfondo investigativo che si rifà ai grandi classici del genere. Si tratta di un’opera in cui il fantastico affonda le proprie radici nel mondo reale, tra storia e mistero. La prima parte dell’avventura creata da Madit Entertainment si ambienta a Miami. Giocatori e giocatrici vestono i panni del detective Lazarus Bundy, che si ritrova a indagare sulla scomparsa di Kathrin Mulzberg, giovane rampolla di una delle famiglie più influenti della città. Le indagini condurranno Lazarus anche in Romagna, a San Leo, e a Roma.

Che cosa abbiamo fatto: supporto nel rapporto con le istituzioni locali.
 

 

***

A Painter’s Tale: Curon, 1950 (2021)

A Painter’s Tale è un videogame sul tema della memoria realizzato da Monkeys Tales Studio in collaborazione con IVIPRO. Una breve avventura a carattere narrativo che mescola realtà e finzione per divulgare la storia del borgo altoatesino di Curon tramite la dimensione interattiva. Ad accompagnare questo viaggio tra fiction e realtà, dipinti a olio realizzati appositamente per il videogame e inseriti all’interno della trasposizione digitale del borgo.

Che cosa abbiamo fatto: location scouting e sopralluoghi; ricerca narrativa; rapporto con le istituzioni locali; game e narrative design; comunicazione; promozione.
 

 

TORNA ALLA HOME